SCONTO DIRETTO IN FATTURA DEL 50% SU PORTONCINI DI SICUREZZA….

…E’ BENE FIDARSI DI CHI TI DICE QUESTO?

…CHI CI RIMETTE SE DAVVERO COSI’ NON FOSSE?

Poni massima attenzione perché a rimetterci sarai solo tu!

Da qualche mese, sull’argomento Bonus Casa, mi sono arrivate richieste di persone convinte di poter ottenere lo sconto diretto in fattura con l’installazione del portoncino blindato di sicurezza, per casa propria.

Come prima cosa mi dicono: “Altri fornitori mi hanno proposto lo sconto del 50% diretto in fattura”.

Prima di continuare, una domanda: perché viene fatta tale richiesta?

Lascia che ti dica, essendo l’argomento Bonus molto complesso, la persona comune non è preparata, per cui sono tentativi fatti per avere un vantaggio senza conoscere il rovescio della medaglia.

Dal momento che ho una grossa responsabilità verso il cliente che da fiducia alla mia azienda, ho deciso di creare questo articolo per mettere chiarezza in merito allo sconto diretto in fattura applicato, circoscritto, alle porte di sicurezza.

Parliamoci chiaro, il mio interesse è che tu sia informato correttamente al 100% per non incorrere in spiacevoli situazioni fiscali future.

Ricorda: il primo a rischiare sei sempre tu!


Vediamo intanto:

  • Cos’è lo sconto in fattura?

Lo sconto in fattura è un contributo, sotto forma di sconto diretto sul corrispettivo dovuto, di importo massimo non superiore del corrispettivo totale fattura, anticipato dal fornitore di beni e servizi relativi agli interventi agevolati.

Io fornitore, emetto una tipica fattura di vendita nei tuoi confronti come cliente finale, in base al corrispettivo pattuito che sarà il totale di imponibile più iva di legge.

Nella fattura dovrà poi essere indicata la percentuale di sconto applicato che andrà a ridurre il totale dovuto da te cliente, in applicazione delle disposizioni dell’art. 121 D.L. 34/2020.

Al fronte dello sconto applicato, a me fornitore viene riconosciuto un credito d’imposta pari alla detrazione spettante che potrò poi cedere ad altri soggetti (come istituti di credito, intermediari finanziari) oppure posso utilizzarlo in compensazione.

  • Quando posso usufruire dello sconto in fattura? Su tutti gli interventi edilizi?

Lo sconto in fattura e/o cessione del credito può essere attivato solo per questi interventi:

  1. Recupero Patrimonio Edilizio – di manutenzione straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia di cui al 380/2001. Art. 3) c. 1). – lett. b) c) d)
  2. Recupero Riqualificazione Energetica

Questo per interventi nelle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e sulle loro pertinenze.

Non possono essere attivati per altri interventi di cui all’art. 16 bis del TUIR relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di “atti illeciti da parte di terzi”.

Parliamoci chiaro, lo sconto diretto in fattura e/o cessione del credito per porte di sicurezza/blindate, persiane di sicurezza e grate antieffrazione non è ammesso!

E permettimi una semplice riflessione: non ti conviene dedicare altro tempo!


Puoi detrarre autonomamente il 50% nei 10 anni successivi ma non avere lo sconto immediato in fattura e/o cessione del credito al tuo fornitore.

E non è finita qui…

Scopri di più sulle detrazioni al 50%.

Dal mio punto di vista solo questo è più che sufficiente per avere maggiore chiarezza su di una legislazione fiscale complessa e cavillosa.

Ar.Ven è al tuo fianco per darti le giuste informazioni,

  • per curare gli occhi della tua casa con una soluzione unica per te,
  • per farti risparmiare tempo,
  • per darti garanzia del risultato finale,
  • per non farti incorrere in spiacevoli sorprese,
  • per farti sentire bene e al sicuro in casa con la famiglia.

 

Ti aspettiamo!

 

Non restare sulla soglia della porta,

Non attendere alla finestra,

Entra nel Mondo Ar.Ven!

 

Stefano Venturini

Fondatore di Ar.Ven Architettura d’Interni _ Porte&Finestre
Ideatore del Meccanismo “Tesoro di ArVen”

Lascia un commento